logo inPinzimonio

Indietro  Aglio secco

Aglio secco
 
L’aglio è una pianta di tipo bulbosa, fortunatamente siamo in grado di poterne usufruire per tutto l’anno, poiché ha la fantastica proprietà di essiccarsi. Questo tipo di pianta non adora il freddo autunno-invernale, inizia quindi ad afflosciarsi, fino a seccarsi del tutto. È a questo punto che il tubero sotterraneo andrebbe raccolto, i bulbi che invece vengono lasciati a terra, produrranno l'anno seguente, con i primi caldi. L’aglio è un ingrediente principe di tante ricette della cucina italiana, essendo ricco di sapore, può essere gustato crudo o cotto insaporendo qualsiasi piatto con cui viene a contatto. È considerato un ottimo prodotto antibatterico, antiparassitario e antitumorale poiché ricco di vitamine del gruppo B, acido folico, vitamina C, potassio e altri minerali come ferro, calcio e zolfo.

Utilissimo nelle diete ipocaloriche perché ha la capacità di sciogliere le cellule adipose ed accelerare il metabolismo. Tutto questo non significa che non ci siano controindicazioni: una fastidiosa controindicazione è l’alitosi creata dalla presenza di zolfo, il quale una volta entrato nel processo digestivo, scatena un odore decisamente pungente che il nostro organismo emana sia attraverso l’alito che, se assunto in massicce quantità, attraverso il sudore. Un consiglio per contrastare questo effetto negativo è assumerlo con un po’ di prezzemolo. Altra controindicazione è vomito e diarrea, certamente se assunto in maniera massiccia, per questi motivi consigliamo di non assumerne più di 4 grammi al giorno.
 
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
 
 

Condividi

La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies

Chat

La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies